Area riservata



 

Calendario eventi
<   Ottobre 2018   >
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
Tutti gli eventi

farnborough international airshow 2018

Farnborough International Airshow 2018

23 luglio 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

L’AIAD, presente a Farnborough con il proprio stand, condiviso come consuetudine con il Segretariato Generale della Difesa, ha coordinato la partecipazione, in un’area collettiva italiana, di numerose aziende e di Distretti Industriali.


“Una presenza di alto livello” come l’ha definita il nostro Segretario Generale, Carlo Festucci: “Finalmente un’aggregazione oltremodo significativa, con anche i Distretti Industriali presenti numerosi all’interno dell’area collettiva nazionale (con la sola eccezione dell’Umbria costretta per ragioni di spazio in una hall diversa). Ciò significa che si sta mettendo in piedi un’idea di sistema-Paese non solo di merito, ma anche estetica”.


Al ruolo dell’AIAD in questo processo di aggregazione della presenza nazionale ha fatto riferimento anche il Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, in visita alla manifestazione, che ha ringraziato pubblicamente l’AIAD per il prezioso e significativo contributo che offre per promuovere le eccellenze e le capacità della nostra industria nel mondo, espressione di un comparto strategico e importante del Made in Italy, che il Ministro ha dichiarato di voler valorizzare nell’interesse di una maggiore competitività del nostro Paese.


"Il comparto della difesa è sicuramente di grandissimo interesse con tante imprese, non soltanto grandi ma anche piccole e medie, che esprimono un grandissimo valore", ha dichiarato infatti il Ministro: "Per il Paese è strategico che le grandi e le piccole aziende lavorino insieme e che conoscano e comprendano qual’è la visione del governo e della politica. Altrettanto strategico - ha rimarcato - è che tale visione sia di lungo termine per poter programmare gli investimenti; e questo è un impegno che vorrei assumere e che ovviamente il governo assumerà".

 

Durante la sua visita a Farnborough il Ministro ha altresì introdotto la cerimonia in occasione della quale l’Amministratore Delegato di Leonardo, Alessandro Profumo, e il Capo di Stato maggiore dell`Aeronautica, Enzo Vecciarelli, hanno lanciato l`International Flight Training School, una nuova scuola per l`addestramento avanzato dei futuri piloti dei caccia di quarta e quinta generazione. "Anche la collaborazione tra il settore pubblico e quello privato è molto importante - ha detto il Ministro - ancora di più con l`accordo di oggi tra Aeronautica militare e Leonardo. Un progetto in grado di far leva su sistemi integrati di ultima generazione e sull’utilizzo dei velivoli d’addestramento M-346 prodotti dalla nostra industria e fra i più avanzati al mondo, e per questo adottati da numerosi altri Paesi".

 

Al riguardo, anche il Segretario Generale dell’AIAD, Carlo Festucci, ha avuto naturalmente parole di soddisfazione: “Poter fare una scuola di volo aperta al mondo significa avere a disposizione un biglietto da visita che ci consente di addestrare tutti i piloti, ma anche di creare le condizioni di aggancio con una molteplicità di potenziali clienti. La trovo una cosa geniale, e finalmente l’abbiamo fatta in Italia. L’ha fatta l’Aeronautica militare, che ha sempre avuto lungimiranza per queste cose; e l’ha fatta Leonardo, con un gruppo dirigente che sta svolgendo un ruolo assolutamente determinato e consapevole delle scelte da prendere”.


La visita a Farnborough è stata anche occasione, per il nostro Ministro, per incontrare il Ministro della Difesa inglese, Gavin Williamson, e discutere dei principali dossier internazionali. "L'incontro – ha riferito lo stesso Ministro - è stata occasione per firmare uno 'Statement of intent',che rafforzerà ulteriormente la partnership a livello strategico tra il nostro Paese e il Regno Unito, ponendo le basi per una sempre più forte e proficua collaborazione in termini di Difesa, con importanti risvolti anche sul piano industriale".


Il salone si è aperto peraltro con l’annuncio del nuovo caccia britannico, affidato all’inglese BAE Systems, a Rolls Royce, a MBDA Uk e a Leonardo Uk. Rispetto al sistema da combattimento del futuro (Fcas) già annunciato da Francia e Germania, la proposta del Regno Unito, “potrebbe essere un’alternativa, tutta enfatizzata dalla Brexit”, ha spiegato il Presidente dell’AIAD, On.le Guido Crosetto. Per quanto riguarda la presenza di Leonardo, “credo personalmente che l’industria italiana debba guardare tutto, ovvero essere attenta a qualunque possibilità, anche a questa”. In altre parole, “non possiamo rimanere fuori da tutti i consorzi,”, poiché “ormai i futuri prodotti non saranno nazionali; tranne per pochi Paesi al mondo; nessuno è in grado di costruire prodotti nuovi se non attraverso consorzi. L’Italia, come d’altronde la Francia e la Germania, ha bisogno di far parte di squadre più ampie per sviluppare prodotti come i caccia di nuova generazione”.


A rassicurare il mondo del business e la Gran Bretagna sul dopo-Brexit ci ha provato Theresa May inaugurando la manifestazione. Ha spiegato che la sua nuova strategia negoziale sulla Brexit mira proprio a garantire un accordo con l'Ue - a cominciare da un futuro spazio di libero scambio per i prodotti industriali e agricoli - e a salvaguardare centinaia di migliaia di posti di lavoro nel Regno. Ha inoltre evidenziato l'impegno del suo governo a non interrompere la cooperazione aerospaziale a livello europeo, annunciando (oltre al via libera al finanziamento della nuova fase del progetto che vede coinvolto il gruppo Leonardo) anche lo stanziamento pubblico di altri 343 milioni di sterline per lo sviluppo di tecnologie aeronautiche meno inquinanti.


Nel corso della manifestazione, allo stand dell’AIAD e successivamente all’area italiana hanno fatto visita, tra gli altri, unitamente al Ministro per la Difesa Elisabetta Trenta: il Segretario Generale della Difesa, Gen. Carlo Magrassi; il Capo di Stato maggiore dell`Aeronautica, Gen. Enzo Vecciarelli; il Capo del VI reparto Aeromobili della Marina, C. Amm. Torresi; il Presidente, Sen. Donatella Tesei, e una delegazione (Senatori Giorgio Fede, Umberto Fusco e Vito Vattuone) della Commissione Difesa del Senato; il Presidente, On. Gianluca Rizzo, e una delegazione (On.li Emanuela Corda e Matteo Perego di Cremnago) della Commissione Difesa della Camera dei Deputati; il Presidente, On. Barbara Saltamartini, e una delegazione (On.li Alex Bazzaro e Gianluca Benamati) della Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati; la Dott.ssa Annalisa Cipollone, Consigliere Parlamentare della Commissione Difesa.


L’AIAD, a Farnborough, ha inoltre presenziato con un proprio presidio nello stand dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), nell’area riservata al settore spaziale. Anche qui numerose le visite di Delegazioni nazionali ed internazionali. Da evidenziare la concomitante presenza nello stand, che ha favorito la reciproca conoscenza, del Ministro Elisabetta Trenta e del nuovo Amministratore Delegato della NASA, Jim Bridenstine, presente per una bilaterale con l’ASI.


Nella logica sistemica di partecipazione e proposizione del Sistema Paese si evidenziano, organizzati a Farnborough in collaborazione anche con ASI, il convegno sulla Space