Area riservata



 

ALTEC S.p.A.



Capitale sociale € 552.223

 

Cariche sociali


Presidente
Fabio Massimo GRIMALDI


Amministratore Delegato
Vincenzo GIORGIO


Sede principale


Corso Marche, 79
10146 - Torino - (TO)
Italia
Telefono: +39 011 7430 301
Fax: +39 011 7430 115
Email: info@altecspace.it

 

Presentazione

 

L’Azienda

ALTEC – Aerospace Logistics Technology Engineering Company – è il centro di eccellenza italiano per la fornitura di servizi ingegneristici e logistici a supporto delle operazioni e dell’utilizzazione della Stazione Spaziale Internazionale e dello sviluppo e della realizzazione delle missioni di esplorazione planetaria. 

 

ALTEC è una società pubblico-privata partecipata dalla maggiore azienda spaziale europea, Thales Alenia Space e dall’Agenzia Spaziale Italiana, ASI.

 

ALTEC ha sede a Torino e ha proprio personale distaccato alla NASA e all’ESA.

 

I servizi di ALTEC vanno dal supporto ingegneristico e logistico, all’addestramento degli astronauti, al supporto agli esperimenti in particolare di biomedicina, al  processamento di dati scientifici, allo sviluppo e alla gestione del segmento di terra di programmi spaziali e alla promozione della cultura spaziale.


ALTEC è strutturata come un “Centro Operativo” capace di gestire e svolgere programmi ed attività nelle seguenti aree operative:

  • “Engineering and Logistics Services” a supporto delle Operazioni di Sistema e di Utilizzazione scientifica-tecnologica della ISS e altre infrastrutture spaziali;
  • “Data Archiving, Processing and Distribution” a supporto delle applicazioni scientifiche, di monitoraggio ambientale ed  educative;
  •  Fornitura di qualificati servizi di supporto per la realizzazione di progetti relativi alle tematiche di “education” e di  promozione degli aspetti  scientifici-culturali delle attività spaziali e dell’innovazione tecnologica;
  •  Fornitura di qualificati servizi di supporto ad attività di “Trasferimento Tecnologico”.

 

In particolare, le attività relative ai primi due punti sono realizzate grazie alla disponibilità di personale specializzato e di avanzate infrastrutture tecnologiche che caratterizzano ALTEC come un “unicum” nel panorama industriale europeo.

 

Il Personale

Il personale di ALTEC è composto da esperti nelle varie discipline ingegneristiche necessarie allo svolgimento delle attività di supporto alla ISS in ambedue le modalità operative “on-line” ed “off-line”: Operations, Logistica, Controllo di Configurazione, Struttura, PA&Safety, Controllo Termico/Ambientale, Avionica, S/W, AIT/AIV e Training.

 

Particolari competenze sono state sviluppate, e sono in continuo aggiornamento, nell’ambito della “Information Communication Technology” (ICT) durante le fasi di sviluppo e di mantenimento ed aggiornamento del Centro stesso.

 

Un team dedicato è responsabile per la gestione dell’infrastruttura ICT del centro curando in particolare gli aspetti di sicurezza e di interfaccia con i centri NASA (JSC e KSC).


ALTEC ha inoltre acquisito, grazie ai suoi residenti presso i centri NASA (JSC e KSC) una significativa esperienza nelle modalità di gestione (“modus operandi”) dei processi da parte NASA e nell’interfacciare il personale NASA nell’ambito degli IPT (Integrated Project Team).


Il team di ALTEC è stato certificato ed autorizzato da ASI/NASA per:

  • “Real-Time Operations Support” (ambito MER/IMC al JSC);
  • “Real-Time Operations Support” (da ALTEC Mission Control Room in Torino);
  •  Accesso alle aree operative ed ai databases “protetti” del KSC.

 

Il personale, inoltre, è periodicamente formato ed aggiornato ai fini di mantenere e migliorare le capacità operative attraverso un adeguato piano di formazione e “training”.

 

 

Attività e Prodotti

 

MSC – Mission Support Centre


Il MSC realizzato nel 2001 e da allora aggiornato opportunamente, è l’elemento qualificante di ALTEC come centro di terra.

 

Il Centro ALTEC è parte del segmento di terra nazionale che l'Agenzia Spaziale Italiana ha implementato per il supporto alle attività relative al programma Stazione Spaziale Internazionale.

 

Il segmento di terra italiano è parte integrante del segmento di terra della Statione Spaziale Internazionale.

 

L'accesso alla rete avviene attraverso il nodo di telecomunicazioni di ASI-Net (fornito dall'Agenzia attraverso il contrattore della rete).


Attraverso la rete ASINet la Sala di Controllo Missione (MSC) di ALTEC è collegata con i centri MCC-H al JSC e la SSPF al KSC.


La Sala di Controllo Missione consente di fornire il supporto alle operazioni di PMM/MPLM in “real time”, il supporto alle simulazioni, il supporto agli eventuali test a terra (KSC) e fornisce inoltre la disponibilità e accesso ai dati d’archivio di missione.


Diverse infrastrutture del MSC, in particolare quelle relative al Voice Loops & Video, possono essere utilizzate per estendere le capacità operative a includere il support alle operazioni di selezionati payload della Stazione Spaziale (come realizzato durante l’esecuzione di esperimenti utilizzanti gli strumenti HPA e Elite S2).


La Sala di Controllo Missione è fornita di n. 7 console (sei dedicate al team ingegneristico e una al controllo del centro e dei collegamenti, GC) ognuna delle quali è dotata dei sistemi per ricevere telemetria in tempo reale e/o da archivio, per accedere “off-line” ai vari database e documentazione di progetto e una postazione Voice Loops per le comunicazioni con i centri NASA.


L’architettura del centro è stata sviluppata da ALTEC come molti dei software che vengono utilizzati per la gestione e l’archiviazione dei dati.


Dal 2011, dopo il termine delle missioni MPLM/Shuttle il MSC è dedicato principalmente al supporto ingegneristico alle operazioni del PMM (Pressurized Multipurpose Module), supporto fornito in continuo.

 

ESC - Engineering Support Center


Dal 2006 ALTEC ha creato un Engineering Support Center –ESC - per offrire un supporto ai programmi ESA sviluppati nell’ambito della Stazione Spaziale (Columbus, Payloads, ATV).


L’ESC è collegata direttamente sia al Columbus Control Center (nelle vicinanze di Monaco di Baviera) sia ai diversi centri europei responsabili delle operazioni in orbita dei diversi Payloads (EDR, FSL, SOLAR).


Il Centro riceve il continuo flusso di dati di telemetria direttamente dal COL-CC durante la normale giornata lavorativa, mentre compie un back-up mattutino dei dati della notte precedente.

 

In questo modo tutta la telemetria di Columbus e dei P/L’s viene archiviata all’interno del Centro per poter essere successivamente rivisitata in caso di anomalie o per eseguire delle previsioni dell’efficienza del sistema a breve scadenza.


In aggiunta, il Centro è dotato di un sistema di "voice loops" che permette di interagire prontamente con gli operatori ubicati al COL-CC. Infine, un sistema video completa l’infrastruttura, indispensabile per poter seguire tutte le operazioni eseguite dagli astronauti durante, ad esempio, delicate operazioni di manutenzione a bordo.


Il supporto fornito dalla sala ESC è di due tipi:

 

  • REAL-TIME quando le attività sono legate a ciò che avviene in tempo reale sulla Stazione Spaziale. Queste richiedono strumenti specifici, un’infrastruttura adeguata in termini di sicurezza, di organizzazione di teams e di procedure specifiche
  • OFF-LINE quando le attività da svolgere hanno delle tempistiche più lunghe e, generalmente, sono svolte con il supporto di modelli matematici, databases, documentazione relativa alla fase progettuale o di simulatori.

 

ESA GAIA Mission – ASI Contribution to the Data Processing: the GAIA-DPC-Italy


Il progetto per lo sviluppo e l’operatività del Gaia DPCT, il centro di elaborazione italiano dei dati della missione Gaia, è realizzato dal team scientifico dell’Osservatorio Astronomico di Torino (P.I. Mario Lattanzi) in collaborazione con ALTEC, ed è finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana.


ALTEC ha fornito un’infrastruttura completa, hardware e software, e un database con i requisiti necessari per inglobare e permettere l’esecuzione dei moduli software scientifici sviluppati dall’Osservatorio Astronomico di Torino.


L’intero sistema rappresenta una parte del contributo italiano alla missione ESA Gaia.


La missione Gaia richiede come elemento critico la realizzazione e l’operatività di un Ground System (GS) per tutta la durata della missione e fino al raggiungimento della qualità scientifica prevista prima della pubblicazione dei risultati ad uso di tutta la comunità scientifica internazionale.

 

Il GS è composto da sei differenti Data Processing Centers (DPCs) e la sua realizzazione e gestione è compito primario del consorzio europeo DPAC, responsabile per l’ESA della riduzione dati dalla missione.

 

I sei centri sono: ESAC/DPCE, CNES/DPCC, Barcellona/DPCB, Cambridge/DPCI, Ginevra/DPCG e Torino/DPCT (presso ALTEC).


Gaia DPCT, il DPC italiano, è ospitato e operato all’interno del centro ALTEC di Torino.

 

Compiti principali del centro sono la realizzazione dell’infrastruttura (in termini di HW, SW e sistemi di comunicazione) e il supporto operativo alle attività di AVU (Astrometric Verification Unit) di CU3 per tutte le attività di processamento dati di responsabilità del team scientifico italiano.

 

Il DPCT si occupa anche della realizzazione dell’archivio di tutti i dati (dati di calibrazione fotometrica, librerie degli spettri, ecc.) prodotti e distribuiti al DPAC come parte del contributo italiano alle attività di CU4, CU5, CU7 e CU8. AVU è responsabile per lo sviluppo e il mantenimento dei seguenti prodotti SW che ricadono nelle attività di CU3:

  • AIM (Astrometric Instrument Model) e BAM (Basic Angle Monitoring), effettuano il monitoraggio del comportamento degli strumenti nel corso della missione Gaia e forniscono una stima dell’impatto di eventuali anomalie sui dati ricevuti;
  • GSR (Global Sphere Reconstruction), utilizza un metodo di ricostruzione indipendente che consente di effettuare un confronto con il metodo di processamento dei dati astrometrici (AGIS) utilizzato come baseline del progetto da ESAC/DPCE.

 

Gaia DPCT ospita anche:

  • il sistema GAREQ (GAia Relativistic Experiment on Quadrupole) che elaborerà i dati degli strumenti per ottenere una stima sulla deflessione della luce generata dalle componenti di quadrupolo della massa di Giove;
  • Il IGSL (Initial Gaia Source List) database, che sarà mantenuto e aggiornato nel corso della vita operativa di Gaia e sarà usato, in particolare, per produrre una versione aggiornata del catalogo IGSL che sarà consegnato periodicamente a ESAC e inserito nel Main

 

ESA IXV Mission


Il ruolo di Altec nel programma ESA IXV (Intermediate eXperimental Vehicle) è consistito nello sviluppo e nella gestione del Ground Segment di IXV, che ha fornito tutte le infrastrutture necessarie per il supporto alla missione, svoltasi con pieno successo a inizio 2015.

 

Il Ground Segment di IXV è composto principalmente da:

  • IXV Mission Control Center, presso ALTEC
  • IXV Ground Stations, che includono anche quella imbarcata sulla nave di recupero dello spacecraft
  • IXV Communication Network.

 

Il IXV Mission Control Center (MCC) fornisce l’infrastruttura, i sistemi e le applicazioni software utilizzate per la ricezione, l’archiviazione e il processamento dei dati di telemetria provenienti da IXV, nonché per la predizione della traiettoria dello spacecraft, la gestione delle operazioni delle Ground Stations, e i dati sulle previsioni metereologiche dell’area di recupero. IXV Ground Stations: consentono le comunicazioni Space-to-Ground; queste sono in grado di tracciare e seguire la traiettoria dello spacecraft, ricevere la telemetria e inviarla al MCC.

Sono state identificati due diversi tipi di Ground Stations: le Ground Stations fisse e le Ground Stations trasportabili.


IXV Communication Network: Assicura l’infrastruttura necessaria per consentire una comunicazione affidabile tra il MCC di IXV con le Ground Stations, il sito per l’AIT (ospitato a Torino) e il sito di lancio (collocato a Kourou, Guyana Space Center CSG, presso il sito di lancio del VEGA).

Questi collegamenti per le comunicazioni verranno realizzati utilizzando connessioni terrestri, ove disponibili, oppure tramite link satellitari.

 

Advanced Monitoring System based on UAV’s – SMAT Project

 

SMAT è un progetto di Ricerca finanziato dalla Regione Piemonte nell’ambito delle iniziative per lo sviluppo di tecnologie abilitanti il settore Aerospaziale.


Il Progetto SMAT ha l’obiettivo di definire, progettare e sviluppare un sistema avanzato di monitoraggio e sorveglianza del territorio. Il sistema proposto integra e complementa le diverse infrastrutture già presenti sul territorio ed è concettualmente formato da questi componenti: segmento aereo, segmento terrestre e da infrastrutture di comunicazione.


ALTEC in SMAT-F1 ha il compito di definire ed organizzare la SC&SSC (Segmento di Comunicazione & Stazione di Supervisione e Coordinamento), elemento chiave nella fornitura dei dati richiesti dagli utenti e nella opportuna traduzione delle loro esigenze in termini operativi.

 

In questa ottica, ALTEC è responsabile dell’allestimento, dal punto di vista HW e SW, della SC&SSC presso il CMFS e della fornitura delle infrastrutture di comunicazione con le CS (Control Station) necessarie al supporto della fase dimostrativa del progetto.


La Stazione di Supervisione & Coordinamento (SSC) ospita cinque postazioni operative dedicate al supporto alla missione “demo” di SMAT-F1 con una configurazione hardware suddivisa in due parti:

  • SSC “server”, che ospita il database centrale della SSC, i processi di acquisizione di telemetria e relativo processamento, le funzioni di archiviazione e distribuzione dati;
  • SSC “client”, che ospita le applicazioni utente per accedere ai dati di telemetria e ai dati dei sensori, recuperare le informazioni archiviate per visualizzazione o ulteriore processing.

 

EXOMARS ROCC – Rover Operations Control Centre


ALTEC ha la responsabilità di progettare, realizzare ed operare il Centro di Controllo del Rover di Exomars (Rover Operations Control Centre – ROCC) che sarà localizzato in ALTEC.


During the Exomars Rover Mission, which is now foreseen to be launched in 2018, the ROCC will host the team of engineers and scientists and will be the Centre which will be held in all the activities of operational control, engineering support and preliminary scientific analysis relevant to the operations of the rover on the Martian surface.

 

Esso sarà connesso agli altri elementi del Segmento di Terra che includono:

  • ESOC/MOC, via ESOC MOC Data System, durante le surface operations per acquisire e trasmettere dati dal Rover attraverso l’ESA Orbiter Data relay
  • ESAC, per trasferire gli Scientific data per archivio di lungo termine
  • Remote Science Community Center(s) per la distribuzione dei dati scientifici durante la missione

 

 

Allegati

Nessun documento disponibile

Settori attività

ATTIVITA DI RICERCA E SVILUPPO
AMBITO ICT
AMBITO OPERAZIONI E TRAINING
CONSULTAZIONE, COMANDO E CONTROLLO, COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE
SISTEMI/APPARATI DI ELABORAZIONE, PRESENTAZIONE E REGISTRAZIONE DATI/IMMAGINI, GESTIONE E TRASFERIMENTO DATI
per aeromobili
per postazioni fisse (sistemi di sicurezza basi militari)
per mezzi navali
INFRASTRUTTURE FISSE E CAMPALI, SUPPORTO LOGISTICO E PER ADDESTRAMENTO DEL PERSONALE
SUPPORTO LOGISTICO
supporto logistico a segmenti di terra per le operazioni e gestione dati
PROGETTAZIONE
SEGMENTO DI TERRA PER OPERAZIONI E GESTIONE DATI
per UAV
per sistemi spaziali